STEGO Elektrotechnik GmbH, azienda leader nel campo della gestione termica con sede a Schwaebisch Hall in Germania, combatte attivamente il crescente fenomeno della contraffazione asiatica. Il plagio di un prodotto STEGO, il Riscaldatore anticondensa a semiconduttore CS 060, è stato premiato con l’anti-premio “Plagiarius” alla fiera “Ambiente” di Francoforte il 9 febbraio 2018 per aver subito la contraffazione più sfacciata.

Le attività illecite quali plagio e contraffazione sono estremamente redditizie e sono compiute da concorrenti e commercianti privi di scrupoli, fino ad arrivare alla criminalità organizzata.

La contraffazione di prodotti di consumo è, purtroppo, una pratica da tempo diffusa, la novità riguarda l’attenzione sempre maggiore che i contraffattori dedicano ai prodotti industriali di fascia alta.

Per questo motivo le aziende che fanno di tecnologia ed innovazione il loro punto di forza stanno combattendo il fenomeno in modo sempre più incisivo.

Anche la STEGO si trova in prima linea nel contrastare questo fenomeno: “Da anni combattiamo attivamente la contraffazione, ma ciò che abbiamo sperimentato coi nostri riscaldatori CS 060 è qualcosa di inaudito. Sono comparse sul mercato copie identiche del nostro riscaldatore touch-safe in cui anche confezione, scheda tecnica e manuale operativo sono stati copiati nel dettaglio”, così spiega il responsabile ricerca e sviluppo STEGO Peter Witsch, sottolineando le motivazioni che hanno spinto l’azienda a partecipare al concorso “Plagiarius”. La giuria del premio ha totalmente accolto queste motivazioni, conferendo al contraffattore cinese il poco ambito riconoscimento.

Dal 1977 Aktion Plagiarius “premia” i produttori ed i distributori dei plagi più clamorosi. L’obiettivo è quello di smascherare queste odiose pratiche commerciali che violano palesemente la proprietà intellettuale, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica su questo complesso e delicato problema che riguarda non solo le industrie, ma anche i consumatori.

Elmar Mangold, presidente ed amministratore delegato STEGO ribadisce fermamente il concetto nel suo discorso durante la cerimonia di premiazione a Francoforte: “Come sviluppatore mi sento coinvolto non solo professionalmente, ma anche emotivamente quando vedo come alcuni soggetti abusino e si approprino delle nostre ricerche e delle nostre innovazioni. Lo sviluppo del riscaldatore CS 060 è stato complesso e innovativo e chiunque copi questi prodotti risparmia un immenso sforzo economico e progettuale. Pirateria e contraffazione spesso non vengono considerate come pratiche allarmanti, ma le cifre parlano chiaro: secondo la Commissione Europea, nel solo 2016 i funzionari doganali europei hanno sequestrato oltre 41 milioni di beni che violano la proprietà intellettuale, con un valore stimato di 670 milioni di euro; purtroppo questa è solo la punta dell’iceberg.

Durante la fiera di Hannover del 2016, STEGO e la dogana tedesca hanno ravvisato il plagio, dopodichè è stato chiuso lo stand espositivo del soggetto interessato. I prodotti contraffatti sono stati distrutti dalle autorità doganali e l’espositore è stato escluso dalla fiera.

STEGO continua la sua battaglia e, quando parteciperà alla Fiera di Hannover nell’aprile 2018, agirà contro ogni possibile plagio e contraffazione.


A sinistra: CS 060 originale. A destra: copia cinese.

Imitatore: Wenzhou Natural Automation Equipment Co., Ltd., Zhejiang, Repubblica Popolare Cinese

Il design del prodotto è una copia al 100% del prodotto originale; inoltre i numeri seriali, i certificati e i manuali d’uso degli articoli STEGO sono stati riprodotti integralmente, causando una inevitabile e fuorviante confusione. L’articolo copiato presenta una qualità dei materiali più bassa e viola gli standard di sicurezza essenziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *